Amazon AWS: nessun downtime dovuto al terremoto

Amazon AWS: nessun downtime dovuto al terremoto

Ieri, 11 Marzo 2011 uno dei più forti terremoti degli ultimi 150 anni ha colpito il Giappone. A poco più di 24 ore dal sisma si contano già 1500 morti. Si contano le vittime e si teme per Fukushima I, centrale nucleare colpita dal sisma che pare abbia causato la distruzione del sarcofago di uno dei reattori (6 già attivi e 2 in costruzione).

Le autorità rassicurano, considerata la differente tipologia del reattore e le differenti misure di sicurezza, è impossibile il ripetersi di un incidente simile a quello di Chernobyl del 1986.

Comunque, lascio il lavoro da reporter alla BBC che ne sa sicuramente più di me e torno al mio. Guardate l’immagine qui sotto:

Si tratta di uno screenshot della pagina in cui è riassunto lo stato di tutti i servizi Amazon AWS di tutte le regioni. Come potete notare, durante e dopo il sisma la struttura Amazon di Tokyo non ha subito nessun downtime nè nessun rallentamento. Quando dico che mi fido ciecamente del Cloud computing.

Sono curioso, voglio vedere se Amazon rilascerà un comunicato ufficiale sull’accaduto.

L’ultimo pensiero va, ovviamente, alle vittime del sisma e alle decine di migliaia di persone che hanno perso tutto.

Leave a Reply

%d bloggers like this: